Bianco secco di Salina
Etichetta: Bianco secco
Nome: di Salina
Tipo: Bianco
Vitigno:
Aspetto: stregante paglierino dorato squillante di ammaliante intensità e brillantezza, che regala armonia e pace a chi ne osservi lo splendore nel bicchiere e se ne faccia catturare dagli infiniti riflessi,(cit.Franco Ziliani)
Aroma: Naso fitto, compatto, solare, inconfondibilmente mediterraneo e marino, con salda tessitura e grande energia, l’albicocca e gli agrumi canditi ad intrecciarsi con i fiori d’arancio, il gelsomino, le erbe aromatiche, la pietra focaia, lievi accenni boschivi e tanto sale, a comporre un insieme di assoluta eleganza, pulizia e delicatezza. Ma è poi la bocca, con quell’attacco incredibilmente incisivo, nervoso, asciutto, scattante, che arriva diretto al cuore del palato e lo percorre in profondità, con lunga persistenza, a colpire e conquistarti, con quella sapidità, quello iodio, quella vertigine che ti coglie mentre sei inondato dal sole in mezzo al mare, che è energia e vibrazione petrosa allo stato puro, freschezza, carattere, pienezza di sapore (netti la mandorla ed un accenno di liquirizia), ossidazione perfettamente controllata, incisività, nerbo, equilibrio tra tutte le componenti, esaltato da un’acidità perfettamente calibrata e da un alcol in sottotono. Ed è piacere vero, fatto di semplicità ed immediatezza, il vino che torna ad essere qualcosa che ti gratifica e ti va al cuore, evocando salde radici e terre lontane, berlo sorso dopo sorso…
Temperatura:
Abbinamenti:
  • Lepre in salmì
  • Polpettine di ceci alle erbe
  • Crostino alle sarde e friggitello
  • Orecchiette con braciolette